Nadia Rinaldi

Nome: Nadia Rinaldi
Data di nascita: 13/9/1967
Luogo di nascita: Roma

Biografia

Nata il 13 Settembre 1967 a Roma; altezza 1.73m; peso 97kg. Coniugata, con 1 figlio, Riccardo.
Ha frequentato il Laboratorio di Proietti dal 1988 al 1990 e con lui ha recitato in: "Un desiderio preso per la coda", "Per amore o per diletto" e "Lì o là" di Pirandello (al Teatro Greco di Taormina nel 1988).

Ha partecipato ai seguenti programmi televisivi:
Uno di noi (1996)
S.P.Q.R. (1998)
Come quando fuori piove (1998)
Un medico in famiglia (1998)
Villa Ada (2000)
La banda (2000)
Gian Burrasca (2001)
Una milanese a Roma (2001)

Inoltre ha partecipato alla serie televisiva La Talpa in onda su Rai Due dal 30 Gennaio al 2 Aprile 2004.


Nadia Rinaldi si e' sposata con Ernesto Ascione l'11 ottobre 2003 nella chiesa di San Marco a Roma


Filmografia

TitoloAnno
Faccione1991
Amami1993
SPQR - 2000 e 1/2 anni fa1994
Il fantasma dell'opera1998



Da poco mamma di un bellissimo maschietto, Nadia si è gentilmente confidata ai nostri "microfoni" per raccontarci qualcosa della sua professione e le esperienze che nel corso della vita l'hanno segnata, sia nel bene che nel male.
Nadia, come ti sei avvicinata al mondo dello spettacolo? So che hai iniziato facendo del teatro… raccontaci qualcosa.
Bene, anzitutto dichiaro la mia età: ho 34 anni, e nel 1990 mi sono diplomata al laboratorio teatrale sperimentale di Gigi Proietti, il mio maestro. Con lui ho calcato i teatri d'Italia e ho portato in scena molte commedie divertenti. Ma il mio primo grande successo è stato l'incontro con Christian De Sica, il quale mi ha dato la possibilità di farmi conoscere dal pubblico del cinema (e poi della televisione) come attrice comica nel film Faccione. Dopodiché sono seguiti numerosissimi film, fra cui Vacanze di Natale '91, Anni '90, varie fiction per Mediaset sino ad arrivare ai recenti Come quando fuori piove, Il fantasma dell'opera di Dario Argento e Una milanese a Roma di Febbraro. Insomma, non sono mai stata con le mani in mano.
In un mondo come questo dello spettacolo, costellato da donne filiformi, come hai fatto a proporti con la tua corporatura, comunque abbastanza "prorompente"?
Il mio corpo è stato sempre una corazza con la quale difendere la mia fragilità. Ha contribuito al mio successo, ma comunque è un corpo che non ho mai sentito realmente mio. Ora ho preso coscienza che il mio fisico può essere un problema, soprattutto per la salute. Da quando è nato mio figlio devo stare attenta. Ho in mente di seguire una dieta ferrea. E lo farò.
Parliamo dell'esperienza della maternità. Cosa vuol dire per te oggi essere mamma?
Anzitutto sapere che mio figlio viene prima di tutto. La nascita di Riccardo (avuto insieme al regista e sceneggiatore Mauro Mandolini) mi ha riempito di gioia. Avevo appena concluso il periodo più brutto della mia vita. Riccardo mi ha ridato la serenità e la gioia di vivere.
Il carcere, ho letto in una tua intervista su un famoso settimanale, ti ha cambiato la vita, ma nonostante tutto hai ammesso che è stata un'esperienza che ti ha molto fortificato... cosa ti è rimasto di quel periodo?
Anzitutto so che è passato, fortunatamente. Quell'esperienza è stata sì dolorosa ma mi ha fatto capire molto. Ad esempio ho visto l'amore di molta gente nei miei confronti… persone "sconosciute" che mi scrivevano parole di affetto.
Cambiamo argomento. Quali sono i tuoi attuali impegni?
Attualmente porto la commedia Porci e Bugiardi per i teatri d'Italia ed ho molti progetti che riguardano la televisione ed il cinema. Ma non voglio "sbilanciarmi" più di tanto!
Ecco, a proposito di bilance… non hai paura che cambiando peso tu possa non piacere più al grande pubblico che comunque, nel corso degli anni, si è abituato a vederti in un certo modo?
Vi garantisco che cambiando look non perderò la mia comicità, la mia sensibilità e l'amore che ho per la mia professione. Questa è una promessa, però ho bisogno di un grande "In bocca al lupo" da tutti, come è usanza a teatro prima di entrare in scena!
Allora In bocca al lupo davvero per tutto!
Intervista presa dalle interviste di Zeus (Marzo 2001): LINK


Maurizio Battista & Nadia Rinaldi in
"Chi ha toccato le ciambelline"

Maurizio Battista, comico romano, è da tempo uno dei personaggi di spicco del cabaret nazionale. Già noto al grande pubblico per le sue partecipazioni a svariati programmi tv - dal "Seven Show" a "Scherzi a Parte", da "Partita Doppia" a "Tempi Moderni" - e per le numerose performance teatrali, Versatilità e spontaneità sono le qualità che lo rendono particolarmente simpatico. Tutti i suoi spettacoli sembrano delle rimpatriate fra amici grazie alla grande affabilità con la quale riesce sempre coinvolgere e rendere partecipe il pubblico. Caratteristica di Battista è, infatti, quella di ascoltare la platea, carpirne i suggerimenti ed approfondire quegli argomenti che toccano i punti nodali della vita quotidiana, con le sue sorprese e le sue contraddizioni. Il pubblico diventa così ispiratore di Battista che prende spunto da qualsiasi situazione per riderci su. Tutto è fonte di comicità per Maurizio e la sua abilità sta proprio nel dimostrare come in ogni essere vivente e addirittura nelle cose inanimate sia possibile trovare il lato buffo. Nei suoi show risate a trecentosessanta gradi, dalla messa in berlina dell' etichetta di un qualsiasi prodotto commerciale, alla miniera di frasi incomprensibili e paradossali, che sgorgano dalla sua inesauribile fantasia, fino al racconto degli incontri e delle avventure di strada. Perché fin dalla giovane età Battista ha vissuto tra la gente e ogni suo spettacolo è una vera e propria galleria di personaggi caratteristici, colti nelle situazioni più divertenti e strane. Non c'è categoria di persone che si salvi dall'ironia di Battista, ma una in particolare deve rintuzzare gli strali del suo humor: le donne. Che siano madri, mogli, fidanzate, amanti, amiche non fa differenza; é comunque una "Lei" che decide, organizza, dispone, fa e disfa a suo piacere a scapito degli uomini. Lo spettacolo con il quale delizierà la platea de "All'Ombra del Colosseo …quadrato" ha per titolo "Chi ha toccato le ciambelline". E' una commedia a due con Nadia Rinaldi della durata di 90 minuti, scritta dallo stesso Battista e diretta dalla brava Nadia. Nella struttura dello spettacolo si fondono le esperienze di cabarettista e di attore comico di Maurizio Battista e la formazione più teatrale di Nadia Rinaldi, elementi che creano la miscela ideale per una commedia incalzante ed esilarante. La scena è quella della classica domenica in casa di una coppia qualunque. Lui, cameriere calvo e stanco, vittima designata delle isterie di Lei, casalinga frustrata che si vanta di essere stata una grande attrice, ormai chiusa nella prigione del matrimonio, sempre tesa a criticare Lui, ripiegato in se stesso, sempre sulla difensiva, ormai preda delle sue fobie (le ciambelline)..


Immagini di proprieta' di Mario Villa: www.mariovilla.com


tutto quello che vuoi
subito a casa tua >>
Cerca per genere >>
Avventura
Comico
Drammatico
Fantascienza
Guerra
Orrore
Sentimentale
Storico
Western
Azione
Commedia
Erotico
Film Musicale
Musica
Per la famiglia
Serie TV
Thriller
Cartoni Animati
Documentario
Fantastico
Giallo
Musical
Poliziesco
Sportivo
Trash


Note sui diritti di autore
Il sito web non è a fini di lucro, non vi sono sezioni a pagamento, ma tutto il materiale pubblicato (testi, immagini e contenuti multimediali) è pubblicato al solo scopo promozionale ed informativo. In qualsiasi momento il proprietario dei contenuti pubblicati o chi ne detiene i diritti di autore ne può richiedere la rimozione che verrà effettuata immediatamente.